venerdì 19 febbraio 2016

Kefir a go-go

Ho iniziato a preparare il kefir da qualche settimana e devo dire che i benefici non si sono fatti attendere.
In pratica:

  1.  ho acquistato in erboristeria delle bustine
  2. ne ho presa solo una e le altre le ho riposte in frigo, dove i fermenti dureranno più a lungo
  3. ho versato il contenuto della bustina in due litri di acqua minerale, liscia
  4. ho aggiunto due datteri
  5.  un cucchiaio di semi di anice
  6. un cucchiaino di malto di riso
  7. mezzo limone bio spremuto, più la buccia
Ho lasciato fermentare il tutto a temperatura ambiente per 48 ore, alla fine delle quali il composto è stato filtrato, conservato in una bottiglia di vetro e consumato nell'arco delle successive 48 ore.

Dal liquido ottenuto :
  1. ho prelevato 150 ml di kefir 
  2. l'ho subito riutilizzato come starter per la prossima bottiglia da un litro e mezzo di acqua, seguendo il solito procedimento.
Ho scoperto che si possono usare tutti i tipi di frutta secca bio, i semi che preferite (cumino, finocchio, cardamomo ecc. oppure la cannella).
Benefici: 

Nel kefir d’acqua sono stati identificati fino a 453 ceppi batterici diversi.
  • rinforza il sistema immunitario
  •  migliora ulcere gastriche e duodenali, catarro bronchiale, malattie epatiche e biliari, malattie renali, malattie dello stomaco e dell’intestino, eczemi e candida
  • aumenta l'apporto di calcio, magnesio,  fosforo e  zinco e le vitamine del gruppo B 
  • apporta vitamina K che regola il sistema renale
  • diminuisce il colesterolo
  • aiuta a regolarizzare la pressione arteriosa
  • è raccomandato come preventivo di diversi tumori, tra cui quello alla mammella


Nessun commento:

Posta un commento