sabato 20 febbraio 2016

Cenetta flexitariana per mariti gourmet.

Da un po' cerco di inserire non solo  nella mia dieta, alimenti super, che siano di aiuto per l'organismo. 
Le alghe sono uno di questi, ma capirete che non appartengono ai  sapori classici, per cui ho sperimentato una salsina, veramente niente male.
Ieri sera in frigo c'erano un'orata e dei carciofi. 
In dispensa ho preso dei semi di sesamo e un foglio di alghe Nori, quelle da sushi, per intenderci.






  1. Per prima cosa si procede a tostare separatamente l'alga e 2/3 cucchiai di semi di sesamo.
  2. Poi si frullano insieme nel mixer e si lasciano da parte a riposare.




  3. A questo punto si pulisce l'orata, ma credo che si possa adattare anche un branzino.

    1. Disporre il pesce eviscerato e lavato in una teglia, sistemandovi sotto della carta da forno
    2. cospargere la superficie della pelle, squamata, con una spolverata del preparato di alga e semi
    3. all'interno del pesce sarà sufficiente inserire pochissimo preparato per brodo bio
    4. condire con olio di oliva 
    5. mettere in forno a 200 gradi per il tempo necessario a croccare la pelle e rendere l'occhio bianco
    Mentre il pesce è in forno, puliamo due carciofi mammola, disponiamoli nella pentola a pressione con acqua a filo e una generosa spruzzata di limone.
    Al sibilo, abbassare la fiamma e conteggiare circa una decina di minuti di cottura.

    Durante le due cotture è il momento di preparare il condimento per l'orata, quello che aggiungerà "carattere" alla ricetta.
    In una ciotolina di porcellana condire il mix di sesamo e alga, precedentementi frullati, con succo di limone e poco olio, sbattere bene con una forcchetta e lasciare insaporire.

    A fine cottura, diliscate il pesce, avendo cura di mantenere una parte della pelle croccante.
    Disporlo nei piatti insieme ai carciofi conditi con olio e una spruzzatina di limone e aggiungete da parte, una cucchiaiata generosa di condimento a commensale. 
    La carne bianca e delicata del pesce verrà esaltata dal condimento nori/sesamo, la dolcezza dei carciofi equilibrerà il tutto.


    Nessun commento:

    Posta un commento