domenica 3 febbraio 2013

Pasta madre.

Per iniziare:150 gr di farina manitoba +mezza tazza di acqua tiepida + 1 cucchiaino di zucchero di canna.
Mescolare tutto con una spatola e poi sigillare con la pellicola trasparente, avvolgere in un panno di lana e posizionarlo in un luogo caldo, io lo metto sul pavimento sotto il termosifone.
dopo circa 48 ore il composto dovrebbe avere un odore tendente all'acido e aver prodotto un po' di bolle in superficie.
Allora siamo pronti per impastarlo di nuovo, aggiungendo una uguale quantità di acqua tiepida e farina + 1 cucchiaio di malto (mais, riso, orzo, grano a vostra scelta).
Si ripone di nuovo al caldo protetto come prima con pellicola e maglia di lana e si lascia lievitare per altre 48 ore.
Alla fine di questo processo la madre è pronta, la conserverete in frigo, avvolta in pellicola e la rinfrescherete una volta a settimana con acqua, farina e malto; ne utilizzerete ogni volta che dovete panificare o fare la pizza circa la metà del composto rinfrescato.
Se dovete andare in vacanza e non volete perderla, potete congelarla e una volta rientrati la scongelerete e rinfrescherete due o tre volte, sarà così pronta di nuovo.
Man mano che andate avanti con i rinfreschi, la madre diventerà sempre più forte, quindi non vi scoraggiate se all'inizio il vostro pane lievita poco, dopo una cinque o sei impasti avrete delle bellissime pagnotte.

Nessun commento:

Posta un commento