venerdì 16 marzo 2012

pane


Il mio pane fatto in casa
 


 Potete iniziare gradualmente ad autoprodurre il vostro pane fresco e biologico, con aggiunta di semi, olive, frutta secca e tutto quello che desiderate acquistando per prima cosa :


  • una macchina del pane ( MDP)
  • dell'ottima farina bio
  • pasta madre
  • semi bio
Per ciò che mi riguarda io ne possiedo una semplicissima ed economica  acquistata da Lidl (Bifinett)
La farina potete acquistarla nei negozi bio, ma se non ne esiste uno, come nella mia città, attualmente distrutta (L'Aquila) non vi scoraggiate, on-line esistono una marea di negozi da cui rifornirvi.
"Antico molino rosso" produce un'ottima miscela con aggiunta di crusca e germe di grano, il risultato è delizioso.
Sempre di "Antico molino rosso" si può acquistare la pasta madre ( io uso quella di frumento, ma potete trovarla di kamut, farro o altri cereali).
L'aggiunta di semi è consigliabile, per il loro alto valore nutritivo. Essi contengono proteine vegetali, vitamine e minerali .
L'uso della MDP è semplice, ma il mio consiglio è quello di seguire le istruzioni, per non accumulare insuccessi che vi scoraggerebbero.
Dopo breve tempo vi sentirete così sicuri, da iniziare ad inventarne di tutti i colori.
La mia ricetta  

  1. Accendere la macchina e scegliere il programma, io con la mia seleziono il numero 1.
  2. Introdurre 300ml. di acqua tiepida, un misurino di zucchero, un misurino di sale marino fino, due cucchiai di olio extravergine di oliva.
  3. premere il pulsante di avvio e aggiungere 500 gr. di farina, poi 20 gr. di pasta madre e chiudere il portello
  4. La MDP impasterà per un po' di tempo, fino ad emettere un segnale acustico che vi avvertirà di aggiungere i semi ( o le olive, le noci e tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce).
  5. Io personalmente aggiungo un mix di 200gr tra semi di sesamo, di girasole decorticato e semi di lino dorato. (se decidete di aggiungere olive, prendete quelle denocciolate).
  6. A questo punto potete dimenticarvi di tutto, uscire, guardare il vostro film preferito o ancora meglio andare a dormire. Si perchè il mio consiglio è quello di preparare il tutto la sera, in questo modo il pane avrà modo di riposare nella macchina l'intera notte e il risultato sarà migliore.Aprire la macchina prima di un certo lasso di tempo non è consigliabile altrimenti il pane sarà troppo umido e la mollica troppo morbida. Il mio risultato invece è un pane profumato, fresco e fragrante, affettabilissimo e che non si sbriciola.

            

Nessun commento:

Posta un commento